Vi racconto di un uomo in gamba

Vi racconto di un uomo in gamba

È’ passato poco più di un anno dalla tragica morte di Andrea Silvestrone e di due dei suoi tre figli . Nel tratto autostradale di Grottamare, in una galleria da percorrere a corsia unica , l’auto toccò il cordolo e fini’ contro un camion che procedeva nel  verso opposto.

Conoscevo Andrea. Un microfono mi porto su un campo da tennis al coperto per una intervista. La sua allenatrice  lo faceva lavorare duro . Andrea era bravissimo. Campione d’Italia e tra i dieci migliori al mondo di tennis in carrozzina.

Aveva la peggior forma di sclerosi multipla , cosi avevano detto i medici ma “regalava” agli altri voglia di vivere ,sempre. Aveva un amore da padre , quindi il massimo , per i propri figli. Mi disse che un giorno li accompagno’ in un negozio di giocattoli gestito da cinesi.

Il proprietario si adiro perché con la carrozzina fece cadere della merce in vendita. I figli ci rimasero male. Lui uscì e li accompagno’ in un altro negozio gestito da cinesi. Furono gentilissimi. Regalo’ un insegnamento ai figli : non è il colore della pelle che fa l’uomo cattivo.

Vi invito a seguire questa intervista. Andrea era proprio in gamba, e pieno di belle cose da donare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *