“Venite a casa mia , vi recito Eschilo”

“Venite a casa mia , vi recito Eschilo”

il “Piccolo” di Milano, oggi si chiama teatro Giorgio Strelher. Fu un sogno realizzato dall’uomo di grande cultura. Si dice ” piccolo” ma può contenere 998 spettatori. Sogno realizzato.

Non è famoso come Strelher ma anche Vincenzo Di Bonaventura ,attore e autore di Roseto ma da decenni residente a San Benedetto del Tronto , ha coronato il sogno di avere una struttura dove proporre serate di teatro. Propone testi classici e performance da istrione.

Da decenni il proprio appartamento nella zona storica della città marchigiana ha una zona adibita a teatro . Pochi posti ma vuoi mettere la soddisfazione di organizzare una stagione teatrale “in proprio”.

Il servizio, qui sotto, vi racconterà tutto ma questa notizia è finalizzata anche ad invitarvi all’ultima fatica che reciterà “in trasferta” a Grottammare.La prima, questa sera, le repliche il 25 e 26 prossimo . Vincenzo è un amico , più grande di me negli anni ,che ha contribuito alla mia formazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *