E se la guerra uccidesse un tuo caro ?

Sono andato a ritrovare su YouTube un filmato di 5 anni fa. Un signore anziano con le lacrime agli occhi , Sami Modiano ,racconta dell’ultima volta che vide in vita sua sorella . Si abbracciarono a distanza. Non potevano toccarsi ,c’era una rete con filo spinato tra i due nel campo di concentramento .

Mi torna sempre in mente quella testimonianza che mi fece stringere il cuore e la ripropongo perché oggi ci sono tanti ebrei , tanti palestinesi, tanti ucraini e tante persone nel mondo che hanno fisso in mente l’ultima volta che hanno visto la sorella.La guerra ha deciso così.

Tanti sono bambini ( Sami aveva 12 anni ) fortunati perché…la bomba è’ caduta più in là o un soldato non è passato vicino alla sorella o una camera a gas non era stata attrezzata.

Vi chiedo di seguire la testimonianza .Sami racconta dell’ultimo saluto a sua sorella , Lucia. Le mando’ una fetta di pane . Tornò indietro in un pacco un regalo di Lucia.

Un commento

  1. Enzo Rapagna'

    …e mia sorella non c’era più! Sempre in guardia contro le reminescenze camuffate da fantomatici “riecheggi di odio”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *