Ricordi.La storia di Gino, quasi novanta anni e di Stefano poco più che ventenne entrambi maestri di sci.

Ricordi.La storia di Gino, quasi novanta anni e di Stefano poco più che ventenne entrambi maestri di sci.

Bisognerebbe chiedere agli studiosi perchè sull’altopiano delle Rocche la popolazione invecchia bene. Qualcuno dice perchè l’aria è buona, altri sostengono che ci sono meno problemi “stupidi” da affrontare.Fatto sta che feci anni fa un servizio a Rocca di Mezzo dove su cento abitanti sei erano in procinto di raggiungere i 100 .

Sulle piste di Campo Felice insieme al collega Ermanno Prosperi e grazie alla “dritta” di un altro collega, Alessandro Marinangeli incontrammo Gino. Era il 2019 e lui , ottantanove anni di età , ci chiese di aspettare per l’intervista visto che aveva una lezione di sci con una ragazza giovanissima.

La storia si compose da sola mentre la stavamo girando. Arrivò Stefano, venti anni, che attraverso gli insegnamenti di Gino era diventato anche lui maestro di sci. Ma il racconto non finisce qui. Gino non è una eccezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *