Tonino Valeri, un regista bravissimo e sensibile

Tonino Valeri, un regista bravissimo  e sensibile

Una quindicina di giorni fa , insieme a Mario Giunco, ho vissuto le emozioni di un film festival, quello di Montecatini .Fa bene all’allenamento di cuore e cervello partecipare a questi rari momenti, oggi, di creatività. Ho assistito, ad esempio ,alla visione di un cortometraggio che raccontava di una mucca, Gea , unica di un borgo delle langhe, che poi sparì per cercare la libertà, ma anche approfondito, attraverso i racconti di chi lo conosceva, la figura di Tonino Valerii.

Regista di Montorio al Vomano, autore di grandi film , soprattutto western , che ebbe nella pellicola ” Il mio nome è Nessuno” la sua massima popolarità anche negli Stati Uniti. Un professionista considerato , io non sono un critico cinematografico, al top a livello mondiale.

Nel filmato che segue ho analizzato una parte sconosciuta dell’uomo Valeri . Il quesito che mi sono posto per sviluppare un ragionamento è stato : quanto avere solide basi etiche , per diventare famoso ? Tonino diventò bravo e famoso anche per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *