Sabatino, un ragazzino che vide uccidere un uomo durante la guerra e non capiva perché. Succede anche oggi

Sabatino, un ragazzino che vide uccidere un uomo durante la guerra e non capiva perché. Succede anche oggi

È volato in cielo un uomo ma anche un pezzo di storia  che tornava spesso alla mente di Sabatino Boccanera .
Era un bambino, vide uccidere un partigiano Ercole Vincenzo Orsini  a Montorio. Sabatino era lì con il padre nel mulino che la famiglia gestiva. La guerra è così, non ti regala niente di buono, anche quando vinci.

La memoria fortunatamente non fugge via insieme a Sabatino. Il bravissimo regista Ivan D’Antonio ha prodotto per la sezione montoriese dell’associazione nazionale partigiani un video conservato insieme ad altre 500 testimonianze sul portale “Noi Partigiani ” , un lavoro a livello nazionale curato da Laura Gnocchi e Gad Lerner.

Ho raccolto un piccolo sunto video del lavoro di Ivan D’Antonio . Parlano ,oltre a Sabatino  Boccanera il papà dell’apprezzato amico Marco, anche Redenta De Angelis e Bruno Foglia. Nel video sentirete dei tremendi racconti.

Mi piacerebbe che non passassero come “parole di parte” quelle raccontate. È storia , una storia che purtroppo si è ripetuta con le foibe e si ripete oggi con la guerra in Ucraina, ad oggi la Russia ,negli attacchi, ha ucciso 15 Mila soldati e in medioriente, già ribattezzata la “guerra contro i bambini” venerdì dopo la tregua 109 sono morti a Gaza dopo che gli uomini di Hamas avevano ucciso 3 persone a Gerusalemme. Schierarsi significa dare una possibilità ” al passare dei giorni”con la voglia di ripetere quegli errori. In una guerra non vince mai nessuno, come dice Papa Francesco. Anche in Italia successe ai tempi di Sabatino.

Un pensiero su “Sabatino, un ragazzino che vide uccidere un uomo durante la guerra e non capiva perché. Succede anche oggi

  1. Tinghe 97 anni, l’ultima partigiana di Montorio! Sentendo questa frase capisco la forza e il coraggio dei Partigiani che ogni giorno sfidavano la morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *