Lucia è il mio “suggeritore”. E se invitassimo i bambini israeliani e palestinesi a passare insieme le vacanze estive da noi?

Lucia è il mio “suggeritore”. E se invitassimo i bambini israeliani e palestinesi a passare insieme le vacanze estive da noi?

di Umberto Braccili

E’ un progetto da far partire.La discussione intorno alla proposta è aperta. Perchè non prevedere per bimbi e adolescenti israeliani e palestinesi , un periodo di vacanze, questa estate dalle nostre parti? La ciliegina sulla torta è che quei bambini potrebbero passare un periodo di relax al mare o in montagna…insieme.

Parola semplice, insieme, bella eppure i “grandi” non ne voglioso sapere .Si fanno la guerra non sapendo dove la distruzione porterà tutti ma soprattutto il futuro del Mondo : i ragazzi.

Questa idea che se sviluppata in tempo , che c’è, potrebbe andare anche al di là del bene personale dei piccoli me l’ha data Lucia , quella che vedete truccata da clown nella foto di apertura.

Era il 1999, la Rai, quella di una volta, mi aveva “inviato” a Lourdes per raccontare una manifestazione internazionale dell’Unitalsi , organizzazione che come sapete si occupa della cura dei malati durante i pellegrinaggi. L’iniziativa si focalizzava sui bambini e adolescenti meno fortunati, di una parte di mondo. Insomma erano in tanti.

Lucia Cifani, punto di riferimento dell’organizzazione, donna intelligente , il terzo giorno che ero li , mi diede una dritta per un servizio che ancor oggi è tra i miei scoop: visitare un albergo di Lourdes come bambini israeliani e palestinesi con le famiglie, vivevano insieme una settimana.

Sarebbe bello che le comunità cittadine organizzassero nuovamente questo “incontro” che in realtà dovrebbe essere la normalità come succede nei gemellaggi e che invece una disastrosa guerra blocca nel progetto di solidarietà .

Stessa cosa potrebbe essere fatta per giovani ucraini e russi. Occorre ovviamente il supporto delle istituzioni e magari una raccolta fondi per i viaggi e per il soggiorno. Nulla è impossibile .

Vi lascio con un filmato che tanto tempo fa trovai sul Web . Marito e moglie che misero una scala in un cassonetto dove erano caduti degli orsetti destinati ad una sicura morte.

Dobbiamo assolutamente trovare una “scala” per quei bambini .

9 pensieri su “Lucia è il mio “suggeritore”. E se invitassimo i bambini israeliani e palestinesi a passare insieme le vacanze estive da noi?

  1. Sarò, senza se e senza ma, sostenitore del progetto…mi piace a 360 gradi! Grazie Umberto…fammi sapere cosa posso fare concretamente!!! Grazie

  2. Iniziative come questa vanno senz’altro sottoscritte: la cultura della pace contro la cultura dell’odio ha bisogno di atti concreti oltre le parole.

  3. È un suggerimento che potrebbe diventare un progetto bellissimo . Ricordo che il nostro comune , in collaborazione con la provincia di Teramo , dopo il conflitto in Bosnia, ospitò nelle scuole di Roseto ,decine di ragazzini di diversa etnia per un loro soggiorno insieme (estate del 96 se ricordo bene ) . Fu una bellissima esperienza di solidarietà e soprattutto un grande messaggio di pace .

  4. È un idea splendida… Una piccola esperienza per costruire la pace! Sono pronta a collaborare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *