La via crucis del sisma per i genitori

La via crucis del sisma per i genitori

La giudice dice “suo figlio non è stato cauto. Non doveva dormire a casa a L’Aquila la notte del terremoto” Il padre ” Grazie giudice , finalmente dopo 14 anni avrò’ un colpevole per il mio dolore e potrò dire alla sorella di non piangere perché lui scelse di suicidarsi” Per vedere il corto realizzato per il decimo anno del premio Avus 2009 clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *