Il notaio, quasi un papà per una città. Se poi compi 100 anni hai anche tanto da raccontare.

Il notaio, quasi un papà per una città. Se poi compi 100 anni hai anche tanto da raccontare.

Ha vissuto la vita con gli “amici” occhiali per soddisfare il suo grande amore: studiare. Legge e sottolinea anche oggi che ha 100 anni il Notaio Giovanni Di Gianvito sempre curioso di approfondire nuove leggi , voglioso di essere al passo con i tempi.

Lo abbiamo incontrato per fargli gli auguri e per capire l’evoluzione di una città, Roseto. Era l’unico notaio del paesone. In una comunità sono importanti e rispettati il Sindaco, il comandante dei carabinieri, il medico ,l’insegnante, il prete e….chi partecipa in qualche modo , con qualche consiglio, al benessere proprio e collettivo.

Nacque ad Amatrice che nel 1923 era Abruzzo ,poi parti’ per la seconda guerra mondiale  e una volta chiusa la pazzia bellica di due invasati, studio’ duro all’università, a Roma .Poi il concorso da notaio e nel 1956 scelse Notaresco come sede del suo lavoro e Roseto come luogo dove abitare con la famiglia.

Oggi 100 anni e tanta saggezza. Auguri notaio !

Un pensiero su “Il notaio, quasi un papà per una città. Se poi compi 100 anni hai anche tanto da raccontare.

  1. Tanti cari auguri al grande notaio Di Gianvito! Sono stata una delle sue dipendenti negli anni ‘80. Bellissimi ricordi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *