Grazie signor Filiani del suo stupendo regalo

Grazie signor Filiani del suo stupendo regalo

Lo spunto per questo servizio parte dalla presentazione di un libro che l’autore, Adriano De Ascentiis , mi ha chiesto di condividere. Non parlerò della pubblicazione, i libri , regola generale, per essere assaporati vanno acquistati . Adriano , coinvolgendomi, mi ha fatto felice perchè il racconto della pineta storica di Pineto è ” una fiaba, vera” da raccontare ai bambini , i “grandi ” del futuro.

Se non credete a me guardate la foto che pubblico. Lui è “il signor Filiani” per essere precisi Luigi Corrado Filiani. E’ stata scattata nel 1924, cento anni . Guardate con quanto amore controlla che il suo pino cresca bene. In mente aveva la buona crescita di Pineto ed oggi ” quel bel venir su” si vede .

Pineto è nata intorno alla pineta, non è stato il contrario. Non si sono tagliati alberi per far posto al cemento, no, i costruttori hanno ideato le dimore nel rispetto della natura. Una pineta , tra l’altro, fa bene alla salute. Se poi è vicinissima al mare, come succede nella cittadina rivierasca, fa ancora più bene.

Il “signor Filiani” pensò ai suoi concittadini mentre progettava il capolavoro. Questo libro ci racconta che questo si può fare, si può essere gestori della bellezza. Tutto questo oggi non succede. Intorno alla pineta storica è nata Pineto, dicevamo, ma anche la riserva del Cerrano, altro dono per noi che preferiamo il bello al cemento .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *