Gli emigranti abruzzesi . In Canada a cercar fortuna (prima parte)

Gli emigranti abruzzesi . In Canada a cercar fortuna (prima parte)

Alla Rai non finirò’ mai di dire grazie. Canada e Stati Uniti, nove giorni tutti o quasi di lavoro. Era ( forse) il 2004 e realizzai per “Rai International” e per la mia testata regionale un reportage di 28 minuti pieno di voci , pieno di abruzzesi. Soprattutto Toronto , la seconda città d’Abruzzo per numero di abitanti che parlano il nostro dialetto.

Una puntatina anche a Pittsburgh , Pensilvania, ma ne parleremo nel prossimo numero del blog. Erano i primi anni del terzo millennio, i primi del boom del web, c’era sete di ricevere il segnale e due giovani abruzzesi guadagnavano milioni di dollari canadesi con il padre, venuto da Sulmona con la valigia di cartone .

Pensate la differenza tra mio nonno Vincenzo che prese la nave per lavorare in miniera di carbone ,nel secolo scorso, avendo indietro denaro e una silicos che in seguito lo portò alla morte, il papà di questi giovani che ando’ ad inventarsi un mestiere, diventò bravo tappezziere, e i due ragazzi che grazie ad una idea si ritrovarono ricchi.

È una storia delle tante storie che vedrete nel filmato . La Rai un tempo mi ha permesso di raccontare la vita degli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *