Franca e la donna

Franca e la donna

Maria Matani che avete letto nell’articolo precedente ha spalancato una porta. Conosco bene Franca , anche lei raffinata poetessa che mi ha chiesto , e ovviamente io ne sono stato felice, di pubblicare una sua composizione sulla donna. Questo blog è il vostro blog, non dovete bussare, è di proprietà di chi ama la cultura, la coltiva ed è felice di metterla a disposizione. Non esitate quindi a contattarmi o mandatemi i vostri lavori a umberto.braccili@gmail.com

LA DONNA…E LA TERRA PROMESSA   di Franca Prosperi

Profumo fragrante di culla,

ricordo sereno dei figli, 

la madre riscalda il suo canto

nel cuore confuso dal pianto.

Ancora una terra lontana 

per madri che aspettano un figlio,

rivivono freschi gli eventi

vissuti tra guerre cruente.

Sospiri di mamme sognanti

con umile fede nel cuore:

un treno riaccende memorie,

la Terra Promessa è distante!

La giovane donna sospira, 

insegue diritti e chimere,

diritto rimane l’attesa,

pazienza di donna è dovere.

Trasale dall’alba al tramonto,

il posto promesso è nell’ombra,

la madre più bianca lavora,

lei giovane sbianca in penombra.

Sostegno del mondo rimane

ancora e da sempre la donna,

che cerca un respiro più lieve

tra tanta fatica e doveri:

è nonna, badante, operaia,

conquiste del mondo globale!

La figlia rincorre il suo ruolo,

rimane sospesa nei giorni.

Nel sogno ricama il suo nido,

è nata con cuore di madre: 

profumo di Terra Promessa

nel bianco di culla che aspetta.

Si tinge di rosso una siepe,

non sono boccioli di rose!

Menzione d’Onore nel Concorso Nazionale 

Città di Grottammare 2014, promosso dal Circolo 

Culturale Pelasgo 968 di Grottammare.

(Poesia composta in novenari). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *