E se contro la guerra facessimo andare in giro anche un cartone animato?

E se contro la guerra facessimo  andare in giro anche un cartone animato?

Si lo so questo è un blog che si deve guadagnare ogni giorno la fiducia di chi per ora ne ha e lo legge. Dovrebbe essere chiaro, sobrio, deve trasmettere fiducia poiché è l’unica via per far cliccare chi ha due minuti di tempo e si fida.

E io che faccio invece? Metto in apertura un cartone animato. Non c’è pazzia in tutto questo. I cartoni animati hanno riempito la nostra infanzia che oggi siamo in la con gli anni. L’idea del cartone animato è venuta domenica scorsa seguendo la prima giornata mondiale dei bambini.

Il Papa , un palmo più su di tutti noi ad averla voluta, la spalla e che spalla ,Roberto Benigni , ha ricordato ai piccoli che le fiabe possono diventare realtà. Le favole infatti non si limitano a raccontare l’esistenza dei draghi, ma insegnano anche che “i draghi possono essere sconfitti”.

In questo momento ci vorrebbe un bel cartone animato per quello che succede in Ucraina e a Gaza. Io ne ho trovato una che parla di solidarietà, esattamente il contrario di quello che sta succedendo nel mondo.

Lo so che questo blog non è seguito dagli adolescenti e dai ragazzi. Guardatelo e sec vi piace proponetelo . Hai visto mai che un cartone cambia il mondo .Il mondo lo devono cambiare loro , noi siamo stati poco capaci parlando di solidarietà 

Un pensiero su “E se contro la guerra facessimo andare in giro anche un cartone animato?

  1. Scusa…no Egitto…ma Egidio…la scrittura intelligente mi ha ingannato! Come ci tenterà di “ingannare” l’intelligenza artificiale!
    Grazie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *